Better Call Saul e quella partita di poker mancata

Ancora è forte l’eco di una serie tv che ha fatto la storia, venendo pressoché unanimemente considerata tra le migliori di sempre. Parliamo di Better Call Saul, spin-off di Breaking Bad che da qualche settimana è su Netflix con la puntata 13 della sesta stagione, ovvero la “series finale”. Nei giorni seguenti alla messa in onda si sono sprecati articoli di commento e interviste ai protagonisti. Ci soffermiamo oggi in particolare su una, che ha in qualche modo a che fare con il nostro mondo del poker. Ma non temete, perché non ci sono spoiler: si tratta infatti di una scena mai girata.

Il portale “Entertainment Weekly” ha intervistato, la settimana scorsa, gli attori del cast della popolare serie ideata da Vince Gilligan e Peter Gould. La curiosità chiesta è “Quale è la scena che avreste voluto girare in Better Call Saul, ma non c’è stata l’occasione per farlo?”

Kim e Mike, vere “poker face” di Better Call Saul

Ad attirare la nostra attenzione è stato il commento di Rhea Seehorn, la meravigliosa Kim Wrexler nella serie. Seehorn avrebbe voluto vedere in qualche modo Kim in una partita di poker con Jimmy, Gus e Mike. L’attrice è ovviamente consapevole che una scena del genere non avrebbe avuto alcun senso all’interno della trama, ma l’ipotesi stuzzica la sua fantasia per la complessa psicologia dei personaggi. “Jimmy sarebbe sicuramente il primo a venire eliminato, perché non saprebbe in alcun modo mascherare le sue strategie. Credo che Gus sarebbe molto bravo nel gioco, ma per qualche motivo ho la sensazione che l’heads up finale sarebbe tra Mike e Kim: nessuno dei due rilascia un singolo tell!”

Dunque Jimmy McGill sarebbe sostanzialmente un giocatore face up, Gus Fring un discreto player ma forse troppo chiuso, mentre il titolo di miglior poker face sarebbe un match strettissimo tra Kim Wrexler e Mike Ehrmantraut.

Author: blogadmin

Leave a Reply

Your email address will not be published.