che fare quando si ha un neofita al tavolo?

Al Casino (in particolare in quelli live), vi sono dei fattori che possono essere controllati dal singolo giocatore, ad altri che invece sfuggono dalle proprie possibilità.

Ovvero, in primo luogo, si è padroni del proprio destino quando si decide dove e quanto giocare, quando fermarsi e quando proseguire.

Una delle cose che invece è fuori dal proprio controllo è il sapere che tipo di persone siederanno al tavolo con noi. Perché se nel poker l’avere seduto vicino un neofita sprovveduto è una grande fortuna, al blackjack sfortunatamente la cosa può essere deleteria.

Ecco cinque considerazioni da tenere presente quando capita di avere a fianco un giocatore di blackjack scarso.

1 – I giocatori terribili sono ovunque

Più che un suggerimento, è una presa di coscienza. Ovunque, sempre, vi sono giocatori neofiti, poco intelligenti o poco attenti. E se può essere anche divertente interagire con loro fuori dal tavolo, potrà capitare sempre, a tutti quanti, di sedersi ad un tavolo da blackjack e avere qualcuno che fa chiamate terribili che mettono a repentaglio tutto il tavolo. E’ capitato a tutti, e capiterà ancora: non prendiamocela più del dovuto.

2 – Difficili da ignorare

Quando si è seduti al blackjack, istintivamente – seppur per pochi minuti – ci si sente tutti far parte di una squadra, ovvero quella squadra che attacca e cerca di battere il banco. Quando una squadra ha un anello debole che rischia di far perdere tutto il gruppo, però, diventa difficile da ignorare. E diventa un ulteriore elemento di difficoltà il cercare di prevedere la scelta successiva alla propria di un giocatore sprovveduto.

3 – Quali sono i segnali da giocatore scarso al blackjack?

Di solito è abbastanza facile capire chi sia un giocatore scarso al blackjack, dal momento che tutti i meno esperti, più o meno, fanno le stesse cose. E’ probabile che sia un cattivo giocatore chi:

  • Ogni volta ci mette un sacco di tempo a decidere;
  • Cerca conforto negli sguardi altrui e si gira in cerca di approvazione;
  • Fa continuamente errori banali rispetto alla strategia di base;
  • Non sa quando e come agire.

Normalmente, questi sono indicatori che ci possono dire se un giocatore è o meno alle prime armi.

4- Evitare i giocatori scarsi al blackjack

C’è un modo per evitare di giocare con dei neofiti: quello, ovviamente, di giocare con giocatori d’azzardo competenti. Tuttavia, fare questo è più facile a dirsi che a farsi. Perché, come abbiamo detto, non si possono controllare i giocatori attorno a sé. Ma ci sono alcuni accorgimenti per scoraggiare i principianti.

Anzitutto, si può provare a puntare forte. Puntate grosse spaventano i giocatori minori, che tendono a scoraggiarsi a giocare allo stesso tavolo di chi punta molto forte.

Se non ci può permettere di spingere per allontanarli, allora vale la pena di “esplorare” i tavoli prima di sedersi. In pochi minuti risulterà semplice capire quali sono i tavoli fatti da giocatori esperti e quelli in cui vi sono dei neofiti.

5- Cercare di aiutare

Molti giocatori esperti si innervosiscono e si arrabbiano quando un neofita fa perdere loro un colpo, magari chiamando dall’ultima casella una carta che avrebbe aiutato il banco a sballare. Non facciamoci scrupoli, eventualmente, a porci in modo positivo e propositivo, aiutando educatamente nelle scelte il giocatore alle prime armi.

Author: blogadmin

Leave a Reply

Your email address will not be published.