Choice a Diebold. Musta Final Day al 6-Handed 16 left

Tre braccialetti assegnati, a Diebold, Moncek e Schindler, e un paio di eventi ancora in corso dei quali vi daremo conto a fine mattinata.

A Ben Diebold il braccialetto del Dealer’s Choice

Le World Series of Poker (WSOP) 2022 nella loro nuova casa del Bally’s e Paris Las Vegas, hanno incoronato un nuovo vincitore del braccialetto dorato, poiché Ben Diebold ha chiuso in cima al torneo dopo un breve duello heads-up con Mike Gorodinsky nell’Evento #10, il $ 10.000 Dealer’s Choice 6-Handed Championship.

Una delle competizioni di mixed game più ambite, ha stabilito un nuovo record di presenze grazie all’iscrizione di 123 entries in questa che è la settima edizione, superando di un ingresso il record precedente del 2019.

Diebold e Gorodinsky hanno condiviso la fetta più grande del montepremi di $ 1.146.975 e ci sono voluti solo 45 minuti del giorno supplementare per determinare il campione. Il 28enne di Mt. Pleasant vicino a Charleston, nella Carolina del Sud, è entrato nel duello contro il due volte vincitore del braccialetto WSOP Gorodinsky, con un vantaggio di 3,5 a 1 e non ha mai rischiato di rimettere in vita il suo nobile rivale.

Ben Diebold, courtesy Pokernews & Spenser Sembrat
Ben Diebold, courtesy Pokernews & Spenser Sembrat

Questo il payout dei primi, su un totale di ITM pari a 19:

1 Ben Diebold United States $299,488
2 Mike Gorodinsky United States $185,095
3 Brian Rast United States $134,370
4 Christopher Claassen United States $98,738
5 Naoya Kihara Japan $73,453
6 Randy Ohel United States $55,329

Jake Schindler trionfa al High Roller da $50.000

In quello che si è rivelato essere un tavolo finale piuttosto rapido, è stato Jake Schindler a vincere l’Evento #12, il $50,000 High Roller No-Limit Hold’em. Non solo il pro high-stakes ha conquistato il suo primo braccialetto d’oro WSOP, ma ha anche intascato ben $1.328.068.

È un’altra pietra miliare nel curriculum di Schindler, che ha sconfitto Brek Schutten in heads-up, togliendo il suo nome dalla lista dei “migliori giocatori senza braccialetto“. Con oltre $ 34 milioni di vincite nei tornei live, Schindler è considerato uno dei migliori giocatori al mondo.

Nonostante la dubbia nuvola nera che incombeva sulla sua testa a causa delle recenti accuse di cheating, Schindler sembrava aver passato i momenti bui. Dopo un secondo posto nell’High Roller da $ 25.000 all’inizio di questa settimana, Schindler ha finalmente conquistato il primo posto. Il nativo della Pennsylvania ha rifiutato di parlare in seguito, ma è difficile contestare che sia uno dei migliori giocatori di no-limit hold’em negli ultimi dieci anni.

Nell’ultima mano del torneo, Jake Schindler limpava da bottone, subendo l’apertura di Schutten da BB per 1,2 milioni a T400.000, per poi 3bettare all in e mettere ai resti il rivale per circa 9 milioni.

Allo showdown Schutten si presentava con a q , dominato dal a k del rivale, che trovava un k al flop e chiudeva i giochi al turn.

Jake Schindler courtesy Pokernews & Alec Rome
Jake Schindler courtesy Pokernews & Alec Rome

Questo il payout finale dei primi 8, su un totale di 16 in the money:

1st Jake Schindler United States $1,328,068
2nd Brek Schutten United States $820,808
3rd Punnat Punsri Thailand $593,481
4th Shannon Shorr United States $436,412
5th David Peters United States $326,464
6th Andrew Lichtenberger United States $248,516
7th Michael Rocco United States $192,570
8th Dario Sammartino Italy $151,942

Terzo braccialetto della notte a Michael Moncek

Braccialetto assegnato anche all’Evento #13, il $1.500 Limit Hold’em iniziato alle 14:00 ora locale alle World Series of Poker (WSOP) al Bally’s di Las Vegas.

Rimanevano solo 16 giocatori tra i 522 players iscritti, che hanno creato un montepremi di $696.000. Tutti e 16 i concorrenti avevano già in tasca una vincita garantita di $5.553 e si sono dati battaglia per il primo premio da $ 145.856.

Alla fine della fiera l’ha spuntata lo statunitense Michael Moncek, che ha condotto in porto un lungo heads up contro il connazionale Ben Ross, runner up per $90.150.

Nella mano conclusiva, Moncek e Ross si sono ritrovati con tutte le chips nel mezzo al turn, j 6 5 q con questo SD:

Il river, un ininfluente 8 , regalava la vittoria a Moncek.

Michael Moncek courtesy Pokernews & Hayley Hochstetler

Questo il payout dei primi:

1 Michael Moncek $145,856
2 Ben Ross $90,150
3 Yueqi Zhu $63,314
4 Christopher Kwon $45,178
5 Joe McKeehen $32,761
6 Steven Wolansky $24,149
7 Fred Lavassani $18,100
8 Nick Pupillo $13,789
9 Lee Markholt $10,701

Mustapha Kanit tra i left del Final Day all’evento numero 14

Per quanto riguarda i nostri colori, invece, Mustapha Kanit ci regala una piccola, per adesso, gioia, chiudendo tra i 16 left all’evento numero 14, il  $1,500 6-Handed No-Limit Hold’Em.

Come anticipato ieri, a giocare questo torneo sono stati 2.393 artisti della carta, che hanno così generato un luculliano prize pool da $3.193.320, suddiviso in 359 quote crescenti.

A premio i nostri Piero Alioto 215° per $3.006, Augusto Cavazzini, 202esimo per $3.241, Tommaso Briotti, 122esimo per $3.922 e Luigi Dalterio, 42esimo per $9.498.

Questa sera Musta ripartirà per provare a conquistare un primo premio di $456.889, con uno stack pari a 1.950.000, che significa 33 Big Blind da investire al Final Day.

Tutti hanno già in tasca un premio di $27.858.

Oggi il Final Day che ripartirà con questo chipcount:

1 Daniel Wellborn 8,805,000
2 Leonard August 5,800,000
3 Joe Cada 5,645,000
4 Derek Sudell 5,615,000
5 Thomas Schultz 5,550,000
6 Leo Soma 4,790,000
7 Ivan Zhechev 4,650,000
8 Anson Tsang 3,700,000
9 Ryan Jones (NC) 3,400,000
10 Tianyi Mu 3,055,000

Author: blogadmin

Leave a Reply

Your email address will not be published.