colpo da oltre 1 milione alle Triton Series

Ancora lui, sempre lui. Phil Ivey riscrive la storia delle Triton Series e di fatto riprende da dove aveva lasciato lo scorso agosto. In quel di Cipro si consuma l’ennesima vittoria in carriera per un assoluto fenomeno del poker.

Dal NLH alle varianti, passando per lo Short Deck il nuovo gioco che lo stesso Ivey ha visto esplodere anni fa a Macao e nel quale ha inanellato le ultime vittorie in carriera nel poker live. Un trionfo che vale una prima moneta da 1.170.000 dollari.

Phil Ivey: un film già visto ma sempre esaltante

Phil Ivey si conferma come uno dei giocatori più forti della storia del poker, ma soprattutto conferma il suo grande appeal con Cipro. Il 23 agosto scorso l’ultima vittoria ottenuta dal vivo: al Merit di Cipro, nelle Europe High Roller Series e in un evento Short Deck dal buyin di 25.000 dollari. Primo posto e assegno da 408.000$.

Sette mesi e mezzo dopo la storia si ripete. Praticamente invisibile dall’ultimo trionfo, il 10 volte campione WSOP riappare quasi dal nulla e si getta nella mischia delle Triton Series che tornano dopo oltre due anni di stop a causa della pandemia.

Terzo posto nell’evento#1 per oltre 300 mila dollari, zona premi mancata nell’evento#2 e infine, la zampata decisiva nell’evento#3. Ancora nello Short Deck e questa volta a fronte di un buyin di 75.000 dollari, Phil Ivey incassa una prima moneta da 1.170.000 bigliettoni.

Un film già visto, abbiamo detto: ma con una nuova trama e un finale identico a quello dello scorso agosto.

Phil Ivey: la scalata al milione

L’evento#3 delle Triton Series di Cipro ha visto la partecipazione di 51 giocatori: quest’ultimi hanno sborsato un buyin di 75.000 dollari, per un montepremi complessivo di 3.706.500 dollari.

Tale cifra è suddivisa in sette piazze a premio, con un cash minimo di 194.500$ e una prima moneta da 1.170.000 bigliettoni, con il runner up che si consolerà con 840.000 dollari.

In 11 completano il giro di boa e il comando delle operazioni è nelle mani di Jason Koon che proprio nell’ultima mano di giornata con A-A stende un rivale e incassa un pot da 670.000 chips. L’americano decolla al primo posto con 2.675.000 unità e sorpassa Elton Tsang che già pregustava la leadership con 2.615.000.

In tutto questo Phil Ivey si accomoda al terzo posto del count con 1.910.000 gettoni, mentre alle sue spalle scalpitano i vari Daniel Cates (1.170.000), Chris Brewer (1.067.000), Mikita Badziakouski (875.000) e Mike Watson (775.000).

Insomma un bel cast di attori che si lanciano nella mischia di questo avvincente film, di cui però conosciamo solo adesso il finale. E l’avvio nel final day regala subito forti emozioni, con Mikita Badziakouski eliminato per mano di Daniel Cates: il bielorusso finisce in allin con 10-9 e trova il call di “Jungleman12” con K-Q. Un 9 al flop sembra portare al raddoppio Mikita, ma un King al river lo costringe alla resa.

E’ il canto del cigno per Cates, il quale poco dopo subisce il raddoppio di Watson e infine trova i titoli di coda sempre contro il canadese: A-K non basta vs A-J di Mike che hitta il colore runner – runner. Watson ci prende gusto e nel giro di poche mani castiga anche Chris Brewer, con A-K vs K-K e asso al turn.

Yue Wei Hsiang esce in nona piazza e con 8 players left, serve ancora un’eliminazione per aprire le porte dei premi. Sale in cattedra il protagonista di questo torneo e di questo film già visto, vale a dire Phil Ivey. L’americano con K-Q domina Q-J di Wai Kin Yong, con il malese bubble man dell’evento#3.

Phil Ivey: l’assalto al trionfo

La mano che porta allo scoppio della bolla, nell’evento#3 delle Triton Series ha anche l’effetto di rinsaldare lo stack di Phil Ivey che era sceso in maniera netta, dopo un avvio in sordina. Il 10 volte campione WSOP inizia a macinare chips e rivali, con Ivan Leow eliminato al settimo posto, quando le sue dame impattano su A-A di Phil.

Richard Yong non sfugge alla dura legge di Ivey e cade al sesto posto: ci prova con A-K vs J-10, ma un Jack al turn fa pendere il pot dalla parte del futuro campione. Altro giro e altra eliminazione che porta la firma del super campione. Derby a stelle e strisce con Jason Koon che sembra dominare A-K vs A-6 del rivale, prima di veder scendere un sei al flop che lo condanna all’eliminazione al quinto posto.

La mano finale del torneo

A quattro left ci pensa Wai Kiat Lee ad interrompere l’egemonia e con A-J vince il tiro di moneta vs 9-9 di Elton Tsang che esce di scena ai piedi del podio. La terza piazza è tutta per Mike Watson a cui non basta 10-10 vs K-K di Phil Ivey. Board liscio e può iniziare il duello finale.

L’americano ha dalla sua 11.175.000 gettoni, mentre dall’altra parte Wai Kiat Lee è chiamato alla grande rimonta con 4.125.000 pezzi. Phil però ha altre idee e alla prima mano dell’heads up chiude subito i giochi.

A-A per il neo campione e A-10 per quello che sarà il runner up, con il board Q-7-6-A-9 a sancire il trionfo di Phil Ivey per 1.170.000 dollari. 7 mesi e mezzo dopo, il film già visto incorona ancora una volta il Re a Cipro.

Payout

RANK PLAYER COUNTRY PAYOUT (USD)
1 Phil Ivey United States $1,170,000
2 Wai Kiat Lee Malaysia $840,000
3 Mike Watson Canada $538,000
4 Elton Tsang Hong Kong $408,000
5 Jason Koon United States $315,000
6 Richard Yong Malaysia $241,000
7 Ivan Leow Malaysia $194,500

Author: blogadmin

Leave a Reply

Your email address will not be published.