giornata maratona, comanda la coppia Su-Jorstad

Jorstad e Su tra i leader. Uno dei giorni più emozionanti delle World Series of Poker 2022, è certamente quello che origina i protagonisti del Final Table, i magnifici 9. Questo passaggio doveva avvenire nella notte appena passata, ma l’incredibile maratona alla quale abbiamo assistito, non lo ha permesso.

L’alba del Day 7

Avevano cominciato la giornata 35 giocatori che hanno iniziato a battagliare alle ore 14:00 locali. Tra di loro Damian Salas, l’unico campione del mondo rimasto in lizza, che non ha però avuto gran fortuna lungo il suo cammino al Day 7.

Salas aveva cominciato la giornata con sole 5.800.000 di chips, poco meno di 20 big blinds.

Mentre gli altri tornei al Bally’s chiudevano, la giornata di Salas cominciava con un piatto choppato con un set di sette e un board tutto a quadri, non un ottimo segnale, visto che il suo avversario si presentava allo showdown con AK senza quadri.

Intanto cominciavano ad uscire gli eliminati, tra i quali il mago delle varianti Marco Johnson, out al 35° posto per $262.300, con una coppia di 5 in All In contro quella di 6 di Aaron Mermelstein.

Salas out al 27° posto

La stoica resistenza di Damian Salas, ottimo giocatore short stack, terminava al livello numero 33 a T400.000, quando metteva i suoi ultimi 11x da Cut Off con k 10, chiamato da Aaron Mermelstein che lo dominava con k q e che rimaneva buono sul board a 8 7 5 7 .

Anche per l’ex Campione del Mondo un premio di $262.300.

La giornata proseguiva da quel momento, lentissima con gli eliminati attaccatissimi alla loro poltrona in virtù di step superiori che spostavano cifre altissime.

I raddoppi degli short si susseguivano uno dopo l’altro e sembrava abbastanza palese che la giornata non potesse chiudersi con il suo naturale termine a 9 left.

Quando in Italia erano le 8 del mattino, la situazione a Vegas era ancora in altissimo mare, visto che erano ancora 20 i players left.

Mat Su Courtesy Hayley Hochstetler & Pokernews

Lemme lemme Jorstad sale ancora

Assistevamo alle eliminazioni di Aaron Mermelstein, 8 7 < 2 2 , di Tzur Levy a q < q q , Efthymia Litsou, ultima donna del lotto, con a 10 < k k , Kenny Tran j 9 < j 10 per un colore di cuori al river di Tom Kunze e infine di Karim Rebei che perdeva il flip contro Matija Dobric 6 6 < a q e board j 10 10 k 9 .

Queste cinque eliminazioni sono state tutte originate da shove pre flop dei giocatori più corti e si sono sviluppate nell’arco di qualcosa come 5 ore di gioco!

Dopo un paio di ore dall’eliminazione di Rebei, arrivava l’out di Setna, che prima metteva quasi tutto al river con il suo Kx-Jx sull’all in di Farnes ( q j ) su board q q 3 2 k , poi raddoppia tornando a 3 bui, per poi uscire la mano successiva con 9 4 contro l’ a 7 di Duczac. Per Setna un 15° posto da $410.000.

Jorstad è stato l’autore dell’eliminazione di Tom Kunze, che partiva avanti con il suo a 9 , ma un 2 al turn ne decretava l’out a favore del norvegese che aveva chiamato 7 BB con a 2 . Per Kunze 14° posto e $410.000 chips.

David Diaz Courtesy Alec Rome & Pokernews

Fuori Diaz, ma questa volta al Flop

La mano dell’eliminazione di David Diaz, arriva quando lo stesso Diaz e Matthew Su le mettono tutte dentro su un flop a a 4 con lo showdown che vede Su decisamente avanti con a 9 contro la coppia di 7 di Diaz che, dopo turn e river bianchi esce al 13° posto per $525,000.

Al 12° posto chiudeva prima dell’ultima pausa di giornata Vadim Rozin, dominato dal a k di Aaron Duczak sul suo a 10 e board liscio. Per Rozin un 12° posto e un premio di $525.000.

Le eliminazioni continuavano con il contagocce, tanto che dalla sala cominciavano ad arrivare rumors, puntualmente smentiti, di una chiusura anticipata della giornata. I giocatori andavano in pausa, l’ultima, quando in Italia erano le 15,30!

L’ultima mano della giornata condannava Robert Welch che 3Bettava All In per circa 8 BB sull’apertura di Jorstad che chiamava con a k . La mano di Welch, k 5 non recuperava lo svantaggio iniziale e l’americano usciva 11° per $675.000.

Questa sera Day Off. Si ripartirà domani notte alle ore 23,00 ora italiana.

Questo il count finale:

1 Espen Jorstad 83,200,000
2 Matthew Su 83,200,000
3 Matija Dobric 68,650,000
4 Aaron Duczak 56,000,000
5 John Eames 54,950,000
6 Adrian Attenborough 50,800,000
7 Michael Duek 49,775,000
8 Jeffrey Farnes 35,350,000
9 Asher Conniff 29,400,000
10 Philippe Souki 13,500,000

Questo il Payout:

  • 1 $10,000,000
  • 2 $6,000,000
  • 3 $4,000,000
  • 4 $3,000,000
  • 5 $2,250,000
  • 6 $1,750,000
  • 7 $1,350,000
  • 8 $1,075,000
  • 9 $850,675
  • 10 $675,000

Homepage: Espen Jorstad courtesy Pokernews & Alec Rome

Author: blogadmin

Leave a Reply

Your email address will not be published.