“ho esultato al turn, me lo merito”

Una delle parti più simpatiche e/o odiose del giochino, è certamente quella degli scoppi. L’aggettivo che si può assegnare ad essi dipende dalla parte del tavolo in cui ci si trova quando si manifestano tra i players.

Se siamo dalla parte buona, essi ci faranno spesso vincere dei piatti puttosto importanti, meno bene per noi, invece, se ci troviamo dalla “dark side of the moon“.

In questo scorcio iniziale di settimana, ne abbiamo visto di tutti i colori, come è normale in una manifestazione come quella delle World Series Of Poker, ma è sempre piacevole e qualche volta sadicamente cinico, pensare di essere stati noi i protagonisti della mano.

Ecco gli scoppi più curiosi della prima settimana alle WSOP.

Niall vs Assi e AK

Partiamo con il Day 1 del NLH 3.000, alla metà del quale, Niall Farrell ha già effettuato un re-entry.

A poche mani dall’inizio della sua nuova corsa, Farrell si ritrova invischiato in un monster pot contro due avversari che agiscono da SB e Bottone.

L’azione lo vede 3-Bettare da HI-Jack con q q , subendo la 4Bet All in del bottone per 14.000 a T500 e il call dello small blind.

Farrell pusha per circa 55.000, trovando lo snap call del dello SB che stava trappando gli assi, a a . Il bottone aveva shovato con la mano peggiore, a k , per cui si andava allo showdown per un gigantesco pot da 136.000 con bui 300/500/500.

Il board sembrava non aiutare l’inglese: 8 9 5 10, ma al river si palesava una q grande come un palazzo, che permetteva a Farrell di eliminare i suoi due avversari e portare a casa il POT.

Se tutto ciò non bastasse, un quarto giocatore dichiarava di aver foldato l’unica donna rimasta fuori dallo spot…

Felix Weiss dà fiducia alla combo suited

Sempre nello stesso torneo, ma al livello numero 9, 600/1.200/1.200, l’olandese Felix Weiss 3Betta da bottone a 7.500, dopo un click raise a 2.500 arrivato da Cutoff.

L’original raiser non ci sta e 4Betta a 25.400, originando il call del giocatore europeo che genera un monster pot.

Il fop, q 10 7 , fa propendere OR per una Cbet finto-timida a 13.000, chiamata da Weiss.

Al turn casca un 4 che questa volta fa propendere il CO ad un check. Weiss punta 25.000 in posizione e l’OR check-raisa a 58.700.

Weiss snappa e si va allo showdown:

Al river scende un non proprio simpatico, almeno per l’OR, 2 che lo elimina dal torneo. Weiss porta a casa un piatto da 187.400.

Scoppi, contro scoppi e contro scoppio finale

Passiamo al torneo finora più popolato, per via del suo buy in piuttosto basso, “The Housewarming” da $500 di costo di iscrizione.

Siamo al Day 2, già tutti a premio e Clifford Conners open pusha da Under The Gun per circa un milione in chips, 8 Big Blind e viene chiamato da Isidro Martinez che agisce in middle position.

  • Martinez: k k
  • Conners: a 6

Al flop Conners trova uno sei suoi tre Out, che si manifesta in un a , accompagnato da 9 6 .

Il suo avversaro esulta quando al turn ottiene un contro scoppio, trovando uno dei due Kappa rimasti nel mazzo, un k .

Ma la mano non finisce di regalare emozioni, visto che al river scende un 8 che chiude definitivamente il colpo a favore di Conners.

È quello che mi merito per aver esultato“, dichiara Martinez a fine colpo, forte comunque di un ottimo stack, che alla fine del torneo gli permetterà di chiudere al nono posto per un premio pari a $69.235.

Doppio Knock Out per Shannon Shorr

All’evento numero 3, il $2.500 Freezeout NL Hold’Em, ci catapultiamo al Day 2, dove Sean Yu va all in da UTG per 40.000 pezzi, circa 4 Big Blind, con q 9 , 3Bettato da Shannon Shorr che agisce da cutoff e raisa a 90.000, ma trovando l’over shove di David “Bakes” Baker che prova a isolarsi con a j .

David "Bakes" Baker -Scoppi- Courtesy Pokernews & Seth Haussler
David “Bakes” Baker – Courtesy Pokernews & Seth Haussler

Il 3Bettor chiama senza indugiare e allo showdown mostra una mano uguale a quella di Baker, ma con un equity leggermente inferiore per via del fatto che “Bakes” le ha suited.

Ricapitolando:

  • Shannon Shorr: a j
  • David “Bakes” Baker a j
  • Sean Yu q 9

Il board regala una gioia quasi insperata a Shorr che trova due carte di fiori runner runner ed elimina entrambi i suoi rivali: 3 8 j k 8 .

Homepage Pic: Tom McCormick, Courtesy Pokernews & Seth Haussler

Author: blogadmin

Leave a Reply

Your email address will not be published.