Ivey da non perdere nel final day del 250k tra i campioni

La giornata numero 26 delle WSOP 2022 va in archivio con diversi piazzamenti azzurri e qualche boccone amaro, come quello abbastanza grande di Dario Sammartino nel 250k, torneo che però ci regala un Phil Ivey al final table. Il milanese Legrottaglie è il migliore dei 5 azzurri che superano il day 1A al Colossus, mentre Fabio Coppola, Walter Treccarichi e Max Pescatori superano il taglio nel 9-game. Panagiotou porta per la prima volta un braccialetto WSOP a Cipro.

Event #48: la prima volta di Cipro

Menikos Panagiotou è un ex pro di poker cipriota, che aveva lasciato il gioco per aprire un ristorante messicano in patria. Da circa 6 mesi aveva deciso di rituffarsi nella mischia ed eccolo trionfare nell’Event #48, 1.500$ 8-game mix 6-handed, dopo avere negato il primo braccialetto in carriera a Nick Yunis, e dunque anche al Cile:

1° Menikos Panagiotou Cyprus $180,783
2° Nick Yunis Chile $111,724
3° Joon Park United States $75,938
4° Eric Buchman United States $52,621
5° Jason Stockfish United States $37,188
6° Jake Liebeskind United States $26,814

Menikos Panagiotou

WSOP 2022 Event #49: italiani stop, si rivede Kwaysser

Restano in 39 nell’event #49, 2.000$ No Limit Hold’em. Niente da fare per gli italiani, tutti out anche se con diversi piazzamenti a premio:

208° Sergio Benso 3.505$
209° Gianluca Speranza 3.505$
214° Vincenzo Schiavottiello 3.505$
221° Giuliano Bendinelli 3.505$
250° Marco Bognanni 3.205$

Il messicano Tabarin è il chipleader dei rimasti, ma tra i nomi in top 10 ce n’è uno che gli appassionati italiani forse ricorderanno:

1 Lucas Tabarin San Paulo, , MX 4,240,000
2 Jack Corrigan Rocky River, OH, US 3,910,000
3 Ioannis Angelou Konstas Athens, , GR 3,751,000
4 Valdemar Kwaysser BUDAPEST, , HU 2,945,000
5 Adam Geyer AUSTIN, TX, US 2,745,000
6 Nathan Rao US 2,335,000
7 Kyle Montgomery FISHERS, IN, US 2,175,000
8 Heidi May Hobart, AU 2,005,000
9 Tyler Cornell SAN CLEMENTE, CA, US 1,830,000
10 Evan Sandberg San Francisco, CA, US 1,755,000

Si tratta dell’ungherese Kwaysser, nel 2010 vincitore di un IPT a Sanremo, oltre che di un braccialetto WSOP nello stesso anno.

Event #50: restano in 8 nel SHR, Ivey c’è

Detto della dolorosa eliminazione di Dario Sammartino, il torneo più costoso di queste WSOP 2022 arriva al final day con uno schieramento intriso di campioni, e non poteva essere altrimenti:

1 Alex Foxen 24,150,000
2 Martin Kabrhel 17,800,000
3 Chris Hunichen 12,375,000
4 Brandon Steven 7,850,000
5 Phil Ivey 7,300,000
6 Adrian Mateos 6,950,000
7 Dan Zack 4,375,000
8 Sam Soverel 3,200,000

A rubare l’occhio è principalmente Phil Ivey con la sua caccia al braccialetto numero 11, dopo un digiuno che ormai è diventato di 8 anni. Il campione californiano raramente si è visto così in forma alle World Series, forse solo nel 2002 quando di braccialetti ne vinse 3. Ma erano altri tempi…

Per il resto Soverel cerca il secondo, Kabrhel il terzo, Zack il quarto e Mateos il quinto. Ma anche Hunichen e il chipleader Foxen si possono senz’altro annoverare nel club dei migliori giocatori al mondo tra quelli che non hanno ancora vinto un braccialetto. Scoccherà l’ora di uno dei due?

Colossus: 5 italiani superano il day 1a

Partito anche il Colossus, uno dei classici “tomboloni” delle WSOP. In 5869 hanno preso parte al day 1A, con 681 qualificati. Tra questi 5 italiani:

129 Mathieu Legrottaglie Milan, , IT 228,000
337 Giuseppe Murabito Porto Torres, , IT 538,000
359 Alessio Fratti FERRARA, IT 654,000
572 Marco Damico IT 542,000
577 Marco Gioia Foggia, , IT 445,000

WSOP 2022 Event #52: 3 azzurri col Pesca nel 9-game

Chiudiamo il report di giornata con un altro torneo di varianti, l’event #52 delle WSOP 2022: 2.500$ 9-game Mix. In 456 vi hanno preso parte, 191 quelli che ritorneranno stasera nel day 2, a caccia innanzitutto dei 69 posti a premio. Tra questi 3 azzurri dai nomi decisamente importanti:

48 Fabio Coppola LAS VEGAS, US 105,400
91 Walter Treccarichi Catania, , IT 78,400
142 Max Pescatori Milan, , IT 50,300

Tra gli altri qualificati si segnalano il campione uscente Nicholas Julia e soprattutto Daniel Negreanu, uscito malissimo dal 250k e subito tuffatosi in quest’altro evento. La cosa sembra aver fatto bene al campione canadese, che ha mitigato il tilt chiudendo il day 1 a 125.600, stack che vale a Daniel la trentunesima posizione provvisoria.

Immagine di copertina: Phil Ivey (courtesy PokerNews & Danny Maxwell)

Author: blogadmin

Leave a Reply

Your email address will not be published.