le implicazioni dalla guerra Ucraina, il film di Russell Crowe

Assoweek

Assoweek è la rubrica che ripercorre le migliori notizie apparse su Assopoker nella settimana appena trascorsa. In questo numero, tutte le implicazioni derivanti dalla guerra in Ucraina relative a gambling e gioco in generale.

27 febbraio. Guerra in Ucraina: Tony G apre le porte del suo resort ai rifugiati

Tony G ha annunciato su Twitter di voler aprire le porte del suo resort ai rifugiati che stanno scappando dalla sanguinosa guerra voluta da Mosca.

Guerra in Ucraina: Tony G apre le porte del suo resort ai rifugiati

28 febbraio. Ultimate Texas Hold’em: centrato Jackpot a Mendrisio, giocatrice shippa €56.000

Al Casinò di Mendrisio, in Svizzera, la giocatrice Valeria Sinatra si è assicurata un jackpot al tavolo del gioco Ultimate Texas Hold’em, centrando una scala reale da 56.000 euro. Un bel bottino.

Ultimate Texas Hold’em: centrato Jackpot a Mendrisio, giocatrice shippa €56.000

28 febbraio. Tony the Ant, il gangster che terrorizzava Vegas e che minacciò Doyle Brunson

La storia di Las Vegas si incrocia in maniera fatalmente strettissima con la storia criminale di Las Vegas. Tra mafia e vicende borderline ci sono molte figure di criminali che sono divenute famose loro malgrado, finendo per essere raccontate in film e romanzi famosi. Una figura delle più cruente è senz’altro quella di Anthony Spilotro, meglio noto con il nickname “Tony the Ant“. La sua figura ha ispirato il personaggio di Nicky Santoro nel film “Casinò” di Martin Scorsese, con una mirabile interpretazione di Joe Pesci. Ma andiamo a scoprire qualcosa di più su questo spaventoso gangster, e su come la sua strada si incrociò con alcuni personaggi famosi del poker mondiale.

Tony the Ant, il gangster che terrorizzava Vegas e che minacciò Doyle Brunson

1 marzo. Guerra Ucraina: cosa succede nel gioco online, dalle banche ai dipendenti: i trasferimenti da Kiev, il mercato russo KO

La scorsa settimana, nella nostra analisi pre-bellica sull’industria del gioco online, vi avevo parlato delle potenziali conseguenze sul mercato russo delle scommesse e del poker online e sulle strategie degli operatori. A meno di una settimana dallo scoppio del conflitto, con l’invasione voluta da Putin, il settore in Russia pare un terreno minato, con pericoli potenziali molto seri.

Pericoli che avevano già indotto Bwin e partypoker (due asset del gruppo Entain) a uscire dal mercato russo, per evitare ulteriori complicazioni e probabili multe da parte della comunità internazionale.

PokerStars invece ha annullato l’EPT Sochi in programma a marzo. E’ ancora in calendario invece la data di ottobre.

Guerra Ucraina: cosa succede nel gioco online, dalle banche ai dipendenti: i trasferimenti da Kiev, il mercato russo KO

2 marzo. Russell Crowe sta girando un film sulla finanza e sul Poker High Stakes

Un attore regista come Russell Crowe, fa sempre parlare tanto di sé, quando si tratta di proporre un prodotto innovativo e quando nel titolo di un’opera di un personaggio di questo tipo, compare una parola come “poker”, il nostro ambiente drizza le antenne per ciò che potrebbe accadere dal momento in cui circola la notizia. Figuriamoci quando quel determinato prodotto esce in distribuzione.

Russell Crowe sta girando un film sulla finanza e sul Poker High Stakes

 

 

3 marzo. Brasile, smacco per Bolsonaro: approvata la legalizzazione del gioco, tassate le vincite nette

Nonostante la forte opposizione di una parte del paese, delle alte sfere ecclesiastiche e soprattutto del presidente Jair Bolsonaro in persona, la settimana scorsa il parlamento brasiliano ha approvato una legge che legalizza e regolamenta il gioco d’azzardo, sia live che online. Del resto, seppure per nulla scontata, l’approvazione era solo una questione di tempo: pure senza una regolamentazione, i brasiliani giocano da sempre e anche tanto, vedi ad esempio nei tornei di poker online dove il paese è da anni una realtà in enorme crescita.

Brasile, smacco per Bolsonaro: approvata la legalizzazione del gioco, tassate le vincite nette

3 marzo. Italia Poker Open: a maggio l’IPO torna a Sanremo con un’edizione speciale

Squillo di trombe, rullo di tamburi: dopo l’edizione di gennaio a San Marino annullata per l’emergenza pandemica, l’Italian Poker Open torna a Sanremo a maggio con una incredibile edizione da un milione garantito!

Proprio così, il tradizionale Main Event IPO da 550€ di buy-in metterà in palio un milione tondo, ma nella città dei Fiori ci saranno tanti altri eventi giocabili e divertenti. In basso trovate il programma dettagliato.

Italia Poker Open: a maggio l’IPO torna a Sanremo con un’edizione speciale

 

4 marzo. Ucraina: un bookmaker dona $1 milione ma ha 2mila persone a Kiev. Zelensky e i casinò legali in guerra

L’Ucraina è sotto le bombe russe e cerca di resistere ma i danni materiali sono pesanti e anche l’industria IT è sotto attacco. Il paese è sempre stato un importante hub tecnologico per l’i-gaming ma il pericolo reale è che molti servizi possano essere sospesi. Le città sono tutte sotto assedio, la situazione è drammatica.

Per quanto riguarda il settore del gioco, c’è grande solidarietà da parte dell’industria alla nazione guidata da Zelenskyy. L’attuale governo aveva – dopo anni di oblio – legalizzato il settore. Sotto l’influenza degli esecutivi filo Vladimir Putin, erano stati banditi casinò e gioco online. Oggi, con la guerra in corso, le carte rischiano di essere mescolate  di nuovo.

Ucraina: un bookmaker dona $1 milione ma ha 2mila persone a Kiev. Zelensky e i casinò legali

Author: blogadmin

Leave a Reply

Your email address will not be published.