Lorenzo Negri chipleader dell’evento 43, bene Bognanni e Samma

Il lampo azzurro che non ti aspetti. Lorenzo Negri, parmense, è segnalato come chipleader assoluto dell’evento #43 WSOP al termine del Day 1 , e si trova in pole position per tornare domani a giocarsi il braccialetto e i 241 mila dollari del primo premio. Con lui, dentro anche Petroni, Bognanni e Gatta, per un quartetto azzurro di tutto rispetto.

Nella notte WSOP , poi, nel Seven Stud Championship sono tre i giocatori rimasti, con Daniel Zack che cerca il bis braccialettato dopo il trionfo nell’evento #15, ed è in pieno svolgimento l’HORSE Championship, dove il nostro Dario Sammartino (non è una novità) appare nella parte alta del count, in un field colmo di campioni.

Ma andiamo con ordine.

Event #40: $10,000 Seven Card Stud Hi-Lo 8 or Better Championship

Sono tre, soltanto tre i contendenti al braccialetto nell’evento Championship di Seven Stud Hi-Lo. Questo torneo, che comprendeva un field di altissimo rispetto, si è ridotto ai soli David Funkhouser, Ziya Rahim e Daniel Zack, tre specialisti a contendersi il braccialetto e i 324 mila dollari di primo premio (fetta maggiore del milione e duecentomila dollari di prizepool).

Questa la situazione attuale:

1 David Funkhouser 3,455,000
2 Ziya Rahim 2,545,000
3 Daniel Zack 2,230,000

Un torneo, questo, che ha avuto molto da raccontare, se si pensa che il noto Eric Kurtzman ha spadroneggiato per tutto il tavolo finale, in cui aveva mandato a casa nientemeno che Chad Eveslage (chipleader del Day 1) e Shaun Deeb, uno dei strafavoriti della vigilia.

Poi, una serie di colpi negativi in sequenza l’hanno portato ad accorciarsi, sino alla clamorosa eliminazione da parte di Funkhouser.

Nulla da fare, poi, per Daniel Negreanu (12esimo) e John Monnette (14esimo), altri due attesissimi players.

Event #43: $500 Freezeout No-Limit Hold’em

La gioia azzurra della notte arriva dall’evento 43, quello da 500 dollari di buy-in, che ha visto 4.786 partecipanti iniziare la giornata. Ne sono rimasti solo 202 a fine Day 1, con la ghiotta novità per il poker italiano che è Lorenzo Negri, di Parma, il chipleader assoluto del torneo, capace di imbustare 1.862.000 chips – pari a 62 big blinds da giocarsi nella giornata di domani.

Negri non è un neofita assoluto delle World Series, anzi: ha già collezionato 4 piazzamenti ITM in passato, due nel 2021 (nel PLO Deepstack e nel NLH Double Stack) e due nel 2020, nei tornei online. Vedremo domani come se la caverà il nostro portacolori, che inevitabilmente parte in pole position (pur in un torneo piuttosto turbo come questo) per questo evento che prevede un primo premio da 241 mila dollari, fetta più ampia dei circa 2,4 milioni di montepremi.

Sono in corsa anche altri azzurri, ovvero Fabrizio Petroni (670,000), Marco Bognanni (405,000) e Nelio Gatta (175,000): incrociamo le dita.

Questa la top 10, si ripartirà da bui 10.000-25.000 con BB ante 25.000:

1 Lorenzo Negri 1,860,000
2 Robert Pettit 1,590,000
3 Peter Schneider 1,570,000
4 Alan Gendelman 1,550,000
5 Carol Filipski 1,505,000
6 Jared Ward 1,465,000
7 Michael Suggs 1,420,000
8 Mason Hinkle 1,325,000
9 Matthew Biafore 1,290,000
10 Connor Daynard 1,285,000

Event #44: $10,000 H.O.R.S.E. Championship

Field molto interessante – e non poteva essere altrimenti – per uno dei tornei più attesi dai professionisti di Las Vegas da inizio World Series: dei 97 giocatori rimasti rispetto ai 192 partenti, ci sono tanti vincitori di braccialetto nelle parti alte del count: se comanda Philip Long con 320.000, subito dietro il 4 volte campione WSOP Brad Ruben (307.500), via via poi si scorrono i vari Dzivielevski, Korn, Racener, a comporre un Day 2 particolarmente competitivo. Con loro, poi, dentro anche Madsen, Mizrachi, Zinno, Aldemir e Monnette.

Dentro anche il nostro Dario Sammartino, capace di imbustare 151.000 chips e di terminare il 23esima posizione momentanea, posizione di tutto rispetto per il proseguo del torneo.

Prizepool e payout ancora indisponibili, perchè le iscrizioni sono aperte sino a domani.

Questa la top 10:

1 Philip Long 320,000
2 Brad Ruben 307,500
3 Hansu Chu 289,500
4 Yuri Dzivielevski 270,500
5 Gary Benson 267,000
6 Andres Korn 258,000
7 Kristijonas Andrulis 256,000
8 John Racener 247,000
9 Kyle Montgomery 246,500
10 Wilson Igwe 238,000

Author: blogadmin

Leave a Reply

Your email address will not be published.