Musu da sogno, Cates bullo nel 50k, Woods bene nel SS

La giornata numero 30 delle WSOP 2022 ci porta in dote un gigantesco Roby Musu, tra i 60 left (su quasi 5mila) nell’evento numero 57. Si chiude anche il day 3 nel 50k Poker Players Championship, con Dan Cates che sogna un back to back mai riuscito a nessuno. E, nel Super Seniors, c’è un James Woods che si segnala in formissima.

WSOP 2022: Roby Musu da sogno nel Deepstack Championship

Erano 4913, restano in 60 e Roberto Musu c’è. Il regular sardo sta vivendo un’esperienza fantastica alle WSOP 2022, dopo aver chiuso al 44° posto provvisorio il day 3 dell’event #57, 600$ Deepstack Championship.

Per adesso al comando c’è lo statunitense Ypma, di una incollatura davanti al conterraneo Ciccarelli. In top 10 c’è anche un vecchio leone degli MTT, sia online che live, come Jon “Apestyles” Van Fleet:

1 John Ypma Tucson, AZ, US 6,660,000
2 John Ciccarelli Chandler, AZ, US 6,635,000
3 Mike Vanier LINCOLN, NE, US 6,085,000
4 Jonathan Hyatt Westminster, CO, US 5,200,000
5 Yota Mitsui Asaka Saitama, , JP 4,755,000
6 Nick Marchington HORNCHURCH, , GB 4,415,000
7 Patrick Truong PFLUGERVILLE, TX, US 4,330,000
8 Hyojung Urm Seoul, , KR 4,170,000
9 Abdullah Alshanti Miami, FL, US 4,135,000
10 Jon Van Fleet AUSTIN, TX, US 4,100,000

Musu è al momento 44° con 1,32 milioni, ma l’auspicio è di rivedere quanto ci ha fatto vivere pochi giorni fa Biagio Morciano.

Niente da fare invece per gli altri 4 azzurri che si erano qualificati al day 2. Per loro, comunque, buoni piazzamenti in the money:

203° Mario Lopez 1.902$
328° Fabrizio Petroni 1.539$
349° Alessio Fratti 1.404$
351° Giovanni Petroni 1.404$

50k Poker Players Championship: Jungleman la vuole combinare…

Nella storia del 50.000$ del Poker Players Championship, non antichissima ma prestigiosa come poche anche con sole 16 edizioni fin qui disputate, è accaduto che qualche giocatore vincesse più di una volta: Brian Rast e Michael Mizrachi, che addirittura ha fatto tris. Mai nessuno, però, è riuscito a fare “back-to-back”, ovvero a vincere per due anni in fila. Ci sta provando Dan “Jungleman” Cates, che dopo aver trionfato nel 2021 in una delle performance più spettacolari che si ricordino, è al momento secondo su 13 rimasti a fine day 3. Questo il chipcount ufficiale:

1 Yuri Dzivielevski 5,645,000
2 Dan Cates 4,995,000
3 Johannes Becker 3,990,000
4 Taylor Paur 3,290,000
5 Koray Aldemir 3,205,000
6 Naoya Kihara 2,830,000
7 Matthew Ashton 2,250,000
8 Daniel Weinman 1,805,000
9 Lou Garza 1,660,000
10 Benny Glaser 1,210,000
11 Matthew Gonzales 985,000
12 Philip Sternheimer 940,000
13 John Racener 370,000

Al comando c’è dunque il brasiliano Yuri “theNERDguy” Dzivielevski, con Cates alle calcagna. Oltre a “Jungleman” c’è un altro giocatore che figura già nell’albo d’oro di questo torneo: è l’inglese Matt Ashton, vincitore qui nel 2013.

Niente da fare per Phil Ivey e Daniel Negreanu, ma anche il chipleader di fine day 2 Bryn Kenney non riesce nemmeno a entrare a premio. La bolla è scoppiata dopo l’uscita di Maxx Coleman al 18° posto, dopo di che sono usciti Dan Smith, Scott Bohlman, David ODB Baker e Bryce Yockey.

WSOP 2022, Super Seniors Championship: James Woods si candida

Sappiamo bene che James Woods, uno degli attori veterani di Hollywood, è anche da moltissimi anni un “poker enthusiast”. Per lui però il braccialetto è finora sempre sfuggito, con il miglior piazzamento che rimane un 5° posto in un evento Dealer’s Choice del 2018. La strada al Super Seniors Championship è ancora lunghissima, poiché al day 1 di questo evento riservato a chi ha compiuto almeno 60 anni si erano presentati in 2668. Ne restano in corsa 706, con 401 posti in the money previsti. Al momento Woods siede al 25° posto con 175.500, ma è innegabile che sia in buona posizione su un field in cui può decisamente dire la sua.

WSOP 2022, Short Deck Championship: Dario out, ma può riprovarci

102 gli ingressi alla seconda edizione dello Short Deck Championship da 10.000$, proposto per la prima volta nella scorsa edizione con la vittoria di Chance Kornuth. Proprio quest’ultimo si candida a difendere il titolo, avendo chiuso in dodicesima posizione su 37 qualificati al day 2. Sono tuttavia numeri ancora ufficiosi, poiché registrazione tardiva ed eventuali re-entry (uno concesso per ogni giocatore) rimangono aperti fino allo start del day 2. Questa l’attuale top 10:

1 Elior Sion London, , GB 372,000
2 Stephen Chidwick DEAL, , GB 352,000
3 Leroy Fan Lasvegas, , IE 335,200
4 Ben Yu Las Vegas, NV, US 314,100
5 Mike Watson Toronto, ON, CA 298,200
6 Philip Marsico E Rutherford, NJ, US 288,300
7 Yan Shing “Anson” Tsang Island Harbourview, , HK 281,500
8 Seongsu Kong KR 280,200
9 Jonathan Depa CHICAGO, IL, US 272,600
10 Todd Ivens Chicago, IL, US 260,800

Niente da fare per Dario Sammartino, che era rimasto corto dopo un cooler AQ vs KK di Anson Tsang. Il top player azzurro potrebbe decidere di fare re-entry direttamente al day 2, ma dipende anche dai tornei in calendario oggi.

Immagine di copertina: James Woods (courtesy PokerNews & Danny Maxwell)

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere tutte le novità (no spam) di assopoker direttamente nella tua casella di posta

Author: blogadmin

Leave a Reply

Your email address will not be published.