Scommesse Spagna-Portogallo, CR7 osservato speciale tra le quote Nations League

Con la stagione calcistica virtualmente conclusa, sia nei campionati nazionali che nelle competizioni per club continentali, il calcio si tuffa nella Nations League. Fatti salvi gli impegni imminenti della Nazionale Italiana, uno degli incontri maggiormente suggestivi del primo turno è Spagna-Portogallo. Andiamo a vedere cosa ci può essere di interessante o particolarmente vantaggioso, nel match in programma il 2 giugno prossimo al Benito Villamarín di Siviglia.

Spagna-Portogallo, sempre più classico europeo

Tre titoli europei, un titolo mondiale, una Nations League, una finale europea, una finale di Nations League. Sono i risultati combinati di Spagna e Portogallo dal 2004 ad oggi, un ruolino che mostra in tutta evidenza di come queste due squadre abbiano profondamente segnato il calcio dell’ultimo ventennio, nelle competizioni per squadre nazionali.

In totale le due nazionali della penisola iberica si sono incontrate 37 volte in incontri ufficiali, con un bilancio di 16 vittorie spagnole, 15 portoghesi e 6 pari. Il bilancio è comunque un valore da prendere con le molle, poiché fino agli anni ’50 del secolo scorso il computo era nettissimamente in favore delle Furie Rosse: 11 vittorie e 4 pareggi nei primi 15 incontri.

Come si accennava prima, nel nuovo millennio questa rivalità è cresciuta molto di importanza. Da un lato la generazione d’oro della Spagna, dall’altro la nascita di supercampioni come Cristiano Ronaldo, recordman di incredibile longevità. Infatti, dal 2000 in avanti lo score rende molto meglio il grande equilibrio tra le due nazionali: 9 incontri con 2 vittorie per parte e 5 pareggi.

Due corazzate che stanno cambiando pelle

La generazione d’oro degli Iniesta, dei Xavi, dei Sergio Ramos, è ormai conclusa. Tuttavia la Spagna è riuscita a cambiare pelle senza pagare troppo lo scotto di un fisiologico ricambio generazionale. Non c’è sicuramente un tasso di talento paragonabile a quello di 10-12 anni fa, ma ci sono tutte le premesse per un nuovo ciclo di grande competitività.

Dall’altro lato c’è un Portogallo con l’enorme stella di Cristiano Ronaldo avviata ormai sul viale del tramonto. Quando si parla del numero 7, tuttavia, anche l’idea stessa di tramonto assume una valenza inedita. Cristiano continua comunque a inanellare record e a essere competitivo ai massimi livelli, o quasi. Ad ogni modo, dietro di lui si è formata una generazione di talenti niente male: da gente ormai consolidata come Bruno Fernandes, Bernardo Silva, Joao Cancelo e Raphael Guerreiro ai giovani frecce come Rafael Leao, Diogo Jota e Joao Felix, il futuro dei rossoverdi sembra garantito.

Come arrivano le due squadre

Siamo a fine stagione, dunque non c’è da avere grosse pretese anche se si tratta pur sempre di partite che possono condizionare il destino internazionale delle due squadre. Nelle file sia di Spagna che di Portogallo ci sono diversi giocatori che hanno smesso da poco di lottare per gli obiettivi più prestigiosi, dalla Champions League a Liga e Premier League e così via.

Parliamo dunque di giocatori che hanno sulle spalle una stagione da 45-50 partite, la maggior parte delle quali di alto o altissimo livello.

Spagna-Portogallo può essere anche un primo test per il Mondiale in Qatar, in programma a fine anno. Altrettanto si potrà dire per le altre partite del girone, che comprende anche Repubblica Ceca e Svizzera.

Gol: match da under, pur con tutti quei campioni in campo?

La collocazione alla fine di una lunga e impegnativa stagione pesa molto più dei precedenti tra le due squadre. Anche da quel punto di vista, comunque, la carta recente parla di un grande equilibrio. A reti inviolate sono finiti gli ultimi due scontri diretti, ancorché entrambe amichevoli. L’ultima volta con qualcosa in palio è stata ai mondiali di Russia del 2018, con un fragoroso 3-3 nella fase a gironi, disputata a Sochi.

L’ultima partita “vera” della Spagna risale al novembre scorso, un 1-0 alla Svezia nell’ultima giornata delle qualificazioni mondiali. Rispetto ad allora, potremmo per esempio rivedere in campo il giovane Ansu Fati. L’attaccante blaugrana è stato particolarmente sfortunato, avendo già dovuto affrontare diversi interventi chirurgici nonostante abbia appena 19 anni. Nelle ultime 5 partite i Liga ha però visto il campo con crescente continuità, e dunque è una ipotesi concreta quella di rivederlo anche in nazionale.

Tra il recupero di infortunati come Fati e il logorio della lunga stagione, molti giocatori potrebbero essere con le cosiddette “polveri bagnate”. Infatti i bookmaker hanno stime prudenti, riguardo al numero di gol. Snai quota l’under 2,5 a 1,65 e ci sembra la scelta più sensata.

Come alternativa potremmo puntare sull’under 1,5 per il primo tempo a 1,30, con Sisal. Tornando a Snai, si legge una interessante quota a 2,05 per la X a fine primo tempo.

  • Under 2,5 gol – Quota Snai 1,65
  • Under 1,5 gol 1° tempo – Quota Sisal 1,30
  • X a fine 1° tempo: quota Snai 2,05

Calciatori da tenere d’occhio: Cristiano Ronaldo

Può sembrare scontato, non lo è. A 37 anni suonati, CR7 sarà ancora una volta l’uomo da tenere d’occhio. Il fuoriclasse portoghese ha già battuto ogni record battibile, diventando il più prolifico bomber di ogni epoca anche con la maglia di una nazionale, con 115 gol in 186 presenze. Tuttavia, Cristiano è in corso di uno dei più lunghi digiuni da quando veste la maglia della nazionale lusitana. Irlanda, Serbia, Turchia e Macedonia del Nord i nomi delle ultime avversarie affrontate dal Portogallo, sempre con CR7 in campo, mai sostituito ma anche mai a segno. Un digiuno di 360 minuti che non ha quasi eguali, nella scintillante carriera del super bomber. Un digiuno simile gli era capitato solo un’altra volta, fra novembre 2020 e marzo 2021: quattro partite piene (Francia e Croazia di Nations League, Azerbaigian e Serbia per le qualificazioni mondiali) senza riuscire a buttarla dentro.

Sisal quota a 2,50 almeno un gol di Cristiano Ronaldo nel corso di Spagna-Portogallo. Considerando la straordinaria carriera, l’annata sicuramente sotto le attese e la voglia di rivalsa che non gli manca mai, si tratta di una quota che appare quasi irrinunciabile.

  • Cristiano Ronaldo segna nell’incontro – quota Sisal 2,50

L’articolo Scommesse Spagna-Portogallo, CR7 osservato speciale tra le quote Nations League proviene da Assopoker.

Author: blogadmin

Leave a Reply

Your email address will not be published.